Martedì, 25 Ottobre 2016 15:17

House of music japan

This nice documentary has been recorded at Easter 2016. We are really grateful to japanese TV and to all japanese watchers.

 
Pubblicato in Blog
Sabato, 22 Ottobre 2016 17:49

Luthier's workshop

At the first floor of our XIII century House of music and lutherie you can visit the luthier's workshop, where he makes new instruments, as usual replicas of ancient ones, or even reparation and restoration of old violins, mandolins, guitars and other stringed instruments as well. The workshop is really small so the luthier moves outside in the quiet street carrying out his desk,to  work in the open air as they used in the old times. Many different kinds of wood are used to carve the marveillous medieval Viols, Citoles, Lyres, Harps, Psaltery, such as Cypres, Pine, Spruce, Chestnut, Walnut, Maple and Cherrytree. There are many tools around, mainly knives, gauges and saws, there are moulds to make Lutes, then colours, varnish, hide-glue. In some boxes there are pieces of bone and mother of pearl and rare woods to make precious inlays. Main decorations are  sculpted directly in the body of the instruments, which at last are equipped with gut strings or bronze, iron, brass strings,  depending on the characteristics of each one.

  

Pubblicato in Blog
Venerdì, 21 Ottobre 2016 21:37

Reconstitution d'une viele ovale

Au mois de juin du 2016 j'ai presenté au Havre ma reconstitution de la petite vièle ovale du XII siècle gardée au Musée du Prieuré de Graville.

L'instrument à eté creusé dans un bloc de Sapin pour faire la table d'harmonie, les flancs, la manche et le cheviller, le fond étant creusé dans une planchette d'Etre et depuis collé au premier.

Les ouies ont etés reproduites fidèlement d'apres l'original, bien qu'elles soient fort hors de symétrie.

Le cheviller a eté fait comme on le voit dans les vièles des sculptures de l'Abbaye de Boscherville. Les cordes en boyeau sont cinq: un bourdon grave et deux choeurs ou à l'unisson ou en quartes, pour jouer des polyphonies primitives (Organa).

Cette reconstitution a etè commandèe par l'Association Les Prieurales de Graville. Je remercie tous les amis des Prieurales, sourtout Francois Montaufray et sa femme Babette.

 

Pubblicato in Blog
Giovedì, 20 Ottobre 2016 20:43

Medieval lute close to the House

We are glad to show you a little medieval sculpture, about 100 feet from our House of Music, in which you can see a real medieval lute with five strings (or courses).Unfortunately neck and head are lacking. Anyway the Angel is looking directly towards the House... Is it by chance??!

 

Pubblicato in Blog
Mercoledì, 15 Luglio 2015 09:45

Suoni della natura

Suoni della Natura

La ricerca che svolgiamo da anni sui suoni naturali ci ha portati a collezionare e a ricostruire una serie di oggetti  sonori e di veri e propri strumenti musicali provenienti dalle nostre tradizioni agro-pastorali, da culture primitive contemporanee e da scavi archeologici.

Tutti i materiali della natura hanno un suono. Le pietre, le canne, i legni, le ossa, le conchiglie, le corna, gli zoccoli, i denti, i frutti essiccati, le erbe, producono suoni.

Gli elementi naturali, fuoco, aria, acqua e terra hanno un suono.

Gli animali producono una gran varietà di suoni diversi.

Gli Ominidi, e per primi i Neanderthaliani, hanno lasciato tracce di una loro pratica musicale, che possiamo far risalire a circa 35.000 anni fa. Pratica che dura fino a oggi, ma di cui si tende, per forza di cose, a perdere le radici.

Il nostro lavoro è inteso a riavvicinare l'ascolto della musica alle fonti primitive del suono.

Nelle nostre esecuzioni, che avvengono improrogabilmente in ambienti naturali e in situazioni di particolare interesse acustico, facciamo ascoltare questi suoni uno ad uno e li combiniamo in modo vario, indipendentemente dalla classificazione che abbiamo dato, più di comodo che sostanziale.

Gli ascoltatori alla fine possono cimentarsi coi vari strumenti, cosa che risulta quasi irresistibile, soprattutto per i bambini.

Organizziamo laboratori per la ricostruzione degli strumenti più semplici, aperti a persone di tutte le età.

DIDATTICA DELLA MUSICA ANTICA

Il Monocordo, costituito da una scatola di legno su cui è tesa una sola corda (ma Tolomeo ne usò uno con 15 corde) sottto cui si può far scorrere un ponticello mobile, illustra i tetracordi e le scale dei tre generi in uso nella Grecia Antica: Diatonico, Cromatico ed Enarmonico.

Su tale sistema di organizzazione dei suoni lavorarono Euclide (III sec.a.C.) e Tolomeo (I sec.d.C.) mettendo a punto uno strumento che in modo sempre più preciso potesse identificare e “misurare”  tutti i suoni: un vero accordatore manuale dell’epoca.

La ricostruzione di Kythara a 7 corde si ispira a diversi modelli della Grecia Classica. E’ in legno di Abete, le corde in budello naturale pizzicate mediante un plettro di osso. Era lo strumento musicale più importante della Grecia antica, attribuito al Dio Apollo, capo del coro delle Muse. Accompagnava il canto della Poesia, era considerato indispensabile nei conviti domestici e nelle occasioni pubbliche, strumento della Paideia (educazione) e della più raffinata cultura.

Il Monocordo Cosmico, tratto da una Xilografia contenuta nell’opera di Robert Fludd “Utriusque cosmi historia” del 1617, vuole proporsi come ausilio didattico per illustrare il Mito della Musica delle Sfere a partire dalle speculazioni pitagoriche e del Timeo di Platone per arrivare agli sviluppi di Aristotele, Eudosso di Cnido , Tolomeo e quindi a Dante e oltre.

Questo strumento, di semplice utilizzo, consiste in una “corda tesa fra la terra e i Cieli”  sotto la quale scorre un ponticello mobile che serve a fermare la corda sui diversi gradi della scala diatonica che Platone indicò come Axis Mundi: i quattro Elementi, i Corpi celesti, il Firmamento, il mondo Iperuranio, fino a giungere alla chiave di accordatura, nelle mani del Demiurgo, o Sommo Architetto dell’Universo, che trae il Creato dal Caos e lo porta al Cosmos, attraverso l’ordine e la proporzione del Numero contenuta nel Suono.

Giuseppe Severini

 
Pubblicato in Blog

Virtual Tour

      image preview  

Music Teory